Login

Colori a cera - l'alternativo progetto a pastelli, del duo italiano Mathery Studio

Pubblicato da
Lorenzo Paci
il 12 dicembre 2014
Pareti bianche da colorare in maniera alternativa! é il progetto Pastello realizzato a Melbourne da due designer italiani, Erika Zorzi e Matteo Signelli

Penna, matita, carboncino, pastello: quando pensiamo a come realizzare un disegno, immaginiamo uno strumento che possiamo controllare con le nostre mani. Non così per il duo del design italiano Mathery Studio , che in Australia hanno creato uno spazio artistico coinvolgente, pensato per i bambini. 

Pastello: Draw Act, ripensa l'atto del disegno, letteralmente girando sulla sua testa, gomiti e piedi.

Installato presso la National Gallery of Victoria (NGV) di Melbourne, Draw Act è stato il primo progetto spaziale su larga scala per Erika Zorzi e Matteo Signelli, che si definiscono Mathery Studio. Subito dopo aver terminato gli studi presso la Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, la coppia ha lavorato per un po 'a Milano, prima di partire per un soggiorno prolungato in Asia, seguita dal outback australiano.

A Melbourne, Zorzi e Signelli iniziano a collaborare con artisti locali e studi di design, fino ad immaginare l'ultima ed innovativa proposta di spazi artistici dedicati ai bambini.

Una serie di incontri  e presentazioni per far comprendere diversi concetti per la definizione che viene data dello spazio che abbiamo attorno ed alla fine, Pastello: Draw Act è stato commissionato!

'Abbiamo dovuto progettare uno spazio per i bambini, quindi abbiamo letteralmente iniziato a giocare con qualcosa che ogni bambino conosce: i pastelli,' realizzati in cera colorata che può essere fusa e modellata in forme e dimensioni infinite. i due designer hanno sciolto ogni singolo pastello che hanno trovato per realizzare i loro primi prototipi, versando pastello a cera fusa in vari contenitori di fortuna, come i vassoi di ghiaccio e mappamondi. 

Pastello doveva essere dedicato ai bambini, così idearono un piano terra con un sacco di spazio vuoto che ha permesso ai bambini di sedere,  disegnare ed inevitabilmente correre e così erba sintetica sul pavimento, che ha una superficie morbida, ma soprattutto è fonoassorbente e non si sporca rapidamente, in maniera che la maggior parte della polvere pastello rimanga semplicemente intrappolata sulla verde distesa erbosa, così da non portare la polvere colorata per tutto il museo.

via Frameweb

Argomenti

  • Pittura
  • Fotografia
  • Fashion & Style
  • Corsi e Concorsi
  • Video, Cinema e Musica
  • Illustrazione
  • Libri d'Arte
  • Tecnica
  • Mostre
  • Design

commenti

Per commentare ed interagire devi registrarti
politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved