Login
L'articolo è presente anche nei seguenti linguaggi:
Inglese

Il Manierismo, molto più di un ponte dell'arte

Pubblicato da
Lorenzo Ciotti
il 12 febbraio 2017
Celebrata o sottovalutata, è una corrente artistica che presenta capolavori incredibili

Il Manierismo potrebbe essere definito come un ponte di collegamento della storia dell'arte. Perché parliamo di ponte? Esso si collega tra il Rinascimento e il Barocco, ma si tratta di una corrente che ha ispirato centinaia di artisti nei secoli a venire, e in un modo o nell'altro è parte integrante della storia artistica italiana e europea.

Gli artisti di questo movimento, ammirati, celebrati e esposti nelle maggiori gallerie in tutto il mondo, hanno prodotto un ventaglio di opere incredibili, di una profondità e una ricchezza allegorica, artistica e culturale invidiabile.

Sebbene le sue radici possono trovarsi già nella letteratura artistica quattrocentesca, Il gusto per l'inconsueto, la contaminazione e l'anticlassicismo, figlio degli eccentrici fiorentini si diffuse per tutta la penisola italica, varcandone poi i confini (e le resistenze), e il suo gusto raffinato, autoreferenziale e decorativo, arriverà nella grandi corti europee in maniera elitaria, così per lo Studiolo di Francesco I in Palazzo Vecchio a Firenze o la collezione di Rodolfo II a Praga.

Eleganza, grazie e artificio, quasi a percorrere modi quasi innaturali, ma raffinati, è il fulcro del lavoro manierista, che trova la sua massima rappresentazione nella figura serpentinata del corpo umano, esprimendolo in torsioni a vite quasi inverosimili.

La pittura nel Manierismo trasmigra in una varietà molto vaga dei colori. Per Giorgio Vasari, l'espressione più alta della "buona maniera" di dipingere era in Raffaello e Michelangelo. Essa si tradusse nelle opere seguenti in inventiva, ricercatezza, artificio e affettazione. Nonostante il termine manierismo venne usato inizialmente per definire in maniera sprezzante il passaggio tra il Rinascimento italiano e il Barocco, esso assunse nei secoli a venire un connotato di eminenza artistica indissolubile.

Tra i più grandi artisti di questa corrente possiamo annoverare Giorgio Vasari, Federico Barocci, Agnolo Bronzino, Tintoretto, Parmigianino, Prospero Fontana e Polidoro da Caravaggio.

Le opere di questa straordinaria corrente artistica possono trovarsi nei più grandi musei e gallerie europee e mondiali, come la National Gallery di Londra e la Galleria degli Uffizi di Firenze, in quella che è un'altra celebrazione dell'arte italiana.

Argomenti

  • Pittura
  • Fotografia
  • Fashion & Style
  • Corsi e Concorsi
  • Video, Cinema e Musica
  • Illustrazione
  • Libri d'Arte
  • Tecnica
  • Mostre
  • Design

commenti

Per commentare ed interagire devi registrarti
politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved