Login
pagina 1 di 3

"agorà"

Cinema - Aperto da: Marcello - 26.04.2010 19:06
post visto 5642 volte
#202616 26.04.2010 19:06
Il film "Agorà" di Amenabar mi ha deluso. Mi aspettavo un film incentrato sulla sua figura, e invece fa solo da sfondo a quella che è stato lo scontro religioso: la presa di potere del cristianesimo, appena diventata religione dell'Impero Romano. Una presa di potere pervasiva, invadente e sanguinaria: che uccide e scaccia, prima i seguaci della divinità greco-egiziana Serapide, poi gli ebrei. Un fanatismo, che per mezzo dei "parabolani", una ciurma di lanzichenecchi sempre pronti alla lapidazione, porterà alla distruzione della Biblioteca di Alessandria e alla lapidazione di Ipazia (in realtà già morta, uccisa pietosamente da un suo schiavo, innamorato di lei, ma ahimè obnubilato dal fanatismo). Non sono così esperto sulla ricostruzione storica, ma la rappresentazione di questi "cristiani" come una torma di topi neri che impesta Alessandria, ne uccide il sapere e lapida le donne... beh ecco mi lascia alquanto perplesso... ovviamente il regista non fa mancare l'appunto che sarebbero "queste" le radici della cristianità, siccome sono tutti diventati "santi"... Nella recensione si legge che sarebbe "un film che fa riflettere sugli estremismi religiosi"...
#235734 01.01.2012 20:28
questo film diede il via ad un po' di polemiche sulle responsabilità della distruzione della famosa biblioteca di alessandria...

come al solito qualche intellettuale di casa nostra ne approfittò per rinfocolare le "colpe della chiesa....

oggi, OGGI succede questo
http://it.danielpipes.org/blog/2011/12/listituto-degitto-in-memoria

una biblioteca centenaria con migliaia e migliaia di volumi sull'egitto, data alle fiamme dagli attivisti della "primavera"....

AVETE PER CASO SENTITO qualche cervellone dire qualcosa? condannare questa vergogna? anche perchè è bruttissimo quando la gente distrugge la loro stessa storia.... corre immediato il parallelo con le statue di buddha di bamiyan, distrutte dai talebani....
bruttissimo segnale...
#235736 01.01.2012 22:09
Gli integralismi, di qualunque credo o religione siano, sono sempre delle iatture per l'umanità e per la cultura. Già di per sé, quella Islamica è una religione radicalmente iconoclasta e buona parte del mondo musulmano è fortemente regredito negli ultimi decenni in nome di un integralismo che nega ogni libertà di pensiero, soprattutto per quanto riguarda la religione, ma anche per la cultura tout-court che è vista come la via per corrompere la totale sottomissione a Dio e ai suoi esegeti. La nostra religione cattolica non è mai stata iconoclasta, anzi, ma nella sua storia millenaria ha ceduto più volte alla tentazione di proibire certi libri ai propri credenti, o meglio...sudditi.Fortunatamente la repubblica romana prima, e la presa di Porta Pia, hanno ridimensionato il potere temporale del Papa.
Comunque, a mio giudizio, è corretto il modo come si sta attualmente comportando Benedetto XVI° nei confronti dell'islam e prima di lui Giovanni Paolo II°, cioè di cercare il dialogo con le frange moderate, proprio per non radicalizzare uno scontro che porterebbe maggiori adepti ai relativi estremismi.
#235737 01.01.2012 22:11
Dimenticavo, il film non l'ho visto,lo farò presto.
Utente disattivato
#235738 01.01.2012 22:14
Non sono così esperto sulla ricostruzione storica, ma la rappresentazione di questi "cristiani" come una torma di topi neri che impesta Alessandria, ne uccide il sapere e lapida le donne... beh ecco mi lascia alquanto perplesso...

Di una cosa abbiamo la prova, a parte il panteon nessun monumento di culto romano è rimasto in piedi, milioni di statue sono state distrutte, nessun libro antico si è salvato dal saccheggio. Cos'è successo ai pagani? I testi teodosiani ce ne danno un idea. Si poteva essere condannati a morte solo per avere guardato una statua, se potevi, versavi subito 5 chili d'oro...

« L'Augusto Imperatore (Teodosio) ad Albino, prefetto del pretorio.
Nessuno violi la propria purezza con riti sacrificali, nessuno immoli vittime innocenti, nessuno si avvicini ai santuari, entri nei templi e volga lo sguardo alle statue scolpite da mano mortale perché non si renda meritevole di sanzioni divine ed umane. Questo decreto moderi anche i giudici, in modo che, se qualcuno dedito a un rito profano entra nel tempio di qualche località, mentre è in viaggio o nella sua stessa città, con l'intenzione di pregare, venga questi costretto a pagare immediatamente 15 libbre d'oro e tale pena non venga estinta se non si trova innanzi a un giudice e consegna tale somma subito con pubblica attestazione. Vigilino sull'esecuzione di tale norma, con egual esito, i sei governatori consolari, i quattro presidi e i loro subalterni.

Milano, in data VI calende di marzo sotto il consolato di Taziano e Simmaco. »

Utente disattivato
#235739 01.01.2012 22:30
Già di per sé, quella Islamica è una religione radicalmente iconoclasta

Fino a pochi decenni fa l'islam ha avuto il massimo rispetto per le altre religioni. Un esempio per tutti; Istambul, i mussulmani hanno conservato gli affreschi cristiani delle chiese trasformate in moschee come Santa Sofia.

Utente disattivato
#235740 01.01.2012 22:30 (Modified: 01.01.2012 22:37 by Eric)
La nostra religione cattolica non è mai stata iconoclasta,

Momento! I cristiani hanno distrutto tutte le immagini e le statue non cristiane quasi fino al rinascimento... Come si dovrebbe chiamare? Per fortuna le regole della Chiesa sono migliorate dal 1300 al 1400!

e purtroppo una parte della tolleranza dei mussulmani è sparita.
Utente disattivato
#235741 01.01.2012 22:57
Oggi la Chiesa è quasi troppo permissiva e supporta troppo facilmente gli insulti e le ingiurie.
#235742 01.01.2012 23:43 (Modified: 02.01.2012 01:24 by Egidio)
Parlando di iconoclastia, ne parlavo riferendomi alle linee di principio religioso. I cattolici erano,come hai detto giustamente, iconoclasti verso le rappresentazioni pagane, e neanche sempre,ma incentivavano fortemente le rappresentazioni cristiane. L'Islam invece proibisce assolutamente la rappresentazione di Dio, ma non vede di buon occhio nemmeno la rappresentazione della figura umana. Nelle bellissime moschee Islamiche si possono ammirare degli incantevoli mosaici con complicatissime forme geometriche, ma mai rappresentazioni antropomorfe.
Utente disattivato
#235750 02.01.2012 17:44
I cattolici erano,come hai detto giustamente, iconoclasti verso le rappresentazioni pagane, e neanche sempre,ma incentivavano fortemente le rappresentazioni cristiane.

Dimentichi le iconoclastie cristiane tra 700 e 800? Del mondo antico non ci è rimasto nulla, nessuna immagine e nessun testo. Alla fine delle iconoclastie le rappresentazioni delle figure (solo religiose) erano severamente controllate. Bisogna aspettare i pittori disobbedienti del 1200 e 1300 per rivedere le chiese con delle figure. E persino fino al 1400 i trittici dovevano rimanere chiusi!
politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved