Login
pagina 28 di 32

"E se il Forum fosse la moderna osteria?"

Argomento libero - Aperto da: Paolo - 15.03.2011 23:29
post visto 39882 volte
#256092 10.01.2014 15:57

Desiderare e mettersi al lavoro, parole sacrosante.
Ma si dà il caso che desiderano, e lavorano come matti, anche tante persone che davvero non hanno a cuore gli interessi dell'umanità.
Ecco la spiegazione del mio cinismo...ciò nonostante, mai smettere di sperare in un mondo migliore e, possibilmente, dare il nostro contributo in tal senso.

#256093 10.01.2014 18:13

Ciao Ale. Nessuno dimentica o nega il lato oscuro che ognuno di noi presenta quando persegue quello che a suo dire potrebbe condurlo al bene in fretta e in modo durevole e possibilmente senza troppe interruzioni, o quando vuole godere egoisticamente cercando di difendere quello che vede di aver ottenuto con qualsiasi mezzo e in qualsiasi modo. Nessuno nega che ogni uomo proprio perchè desidera o è desiderio di bene e di star bene (implicando anche il piacere nel male e nello star male) tenti di conquistarlo per se stesso facendo carte false. Ma quello che sembrava emergere dalla riflessione di Paolo era qualcosa che oggi è facile liquidare col termine 'utopia','astrazione' , 'speranza come una pacca sulla schiena'....e che invece è quella scintilla nel nucleo di una scoperta,di un pensiero ,di una coscienza che è tale perchè veglia  ,di una grande ambizione che sa che desiderare e cercare di raggiungere il bene non è appropriarsene,facendolo marcire da qualche parte fosse anche un pensiero giustamente cinico,ma farlo diffondere con coraggio persino con quell'affermazione "io credo di sì"

#256098 11.01.2014 16:03

Apprezzo davvero il senso del tuo commento, Dersa.
Un pà di sana follia sarebbe auspicabile, in questi tempi grigi (ma sono mai esistiti tempi radiosi?).
Si, perchè son due le cose che muovono il mondo: i soldi (o se vuoi il potere) e la follia positiva e visionaria.

#256110 12.01.2014 12:04
Bourning daylight!!!!
#256113 12.01.2014 22:17

mmm...molto piu' semplicemente io non vedo ne' bene, ne' onestà, ne' correttezza intorno a me..e parlo di quell'ambito ristretto che è la quotidianità mia, nel mio misero limitato territorio, che comunque è una cellula del mondo e non credo diversa dalle altre di cui l'umanità si compone...questa è la base, questo è il tessuto che mi ha fatto giungere a tali conclusioni. Se la base è questa che puoi sperare dalla rimanente piramide?

Lo so anch'io che ci sono persone grandi, sensibili, che operano nella coscienza del bene e per il bene collettivo...ma sono poche troppo poche..come sempre poche, troppo poche sono state, alcune linciate dalla stessa gente per cui si adopravano.

Eppur per quanto "cinica" , mi rimane dentro non dico la speranza ma la coscienza di una possibile umanità migliore ed ogni giorno resto interdetta, stupefatta e amareggiata  di fronte alle meschinerie e piccole cattiverie umane, come fosse la prima volta.

Ma razionalmente...guardatevi intorno, anche fuori dalla porta di casa.

#256114 13.01.2014 12:34

Ma razionalmente...guardatevi intorno, anche fuori dalla porta di casa.

Ciao Marina. Ok...fuori dalla porta di casa,e dunque fuori anche da quel personale se stesso disonesto,scorretto...

Se poi ti ritrovi in un posto dove intere famiglie mancano di acqua per via di quelle 'meschinerie e cattiverie' di cui parli. Che fare? Ti incammini insieme a tutti per Km verso l'acqua. Il percorso sarà divertente ?No,ma ci si incammina e ci si sostiene. E questo secondo me si può applicare alla vita nostra alle nostre latitudini ognuno secondo quello che può dare.

Inoltre, la speranza non è nè ottimismo nè un trip da funghetto allucinogeno nè un bel sogno svenduto al  discount di una probabile o possibile esistenza positiva. Essa implica un dinamismo nella vita in prima persona. Si assapora un rischio nella speranza, perchè è quasi portare costantemente il cuore in tensione verso qualcosa di molto più in là... Non saprei difatti come descriverla. 

#256116 13.01.2014 12:53

Beh, se è vero che è ingiusto criticare le speranze e gli sforzi di chiunque si muova verso una qualsivoglia forma di sostegno ad un'idea di mondo migliore - e qui nessuno mi pare le abbia criticate - è altresì ingiusto criticare come adagiato in un passivo cinismo-immobilismo volto a far marcire istanze più costruttive chiunque confessi una sorta di disillusione.
Apprezzo enormemente gli sforzi di chiunque, a qualsiasi livello, si sforzi di costruire una società più equa, ma al tempo stesso apprezzo la sincerità di chi rivela le sue perplessità.

#256117 13.01.2014 13:27

è altresì ingiusto criticare come adagiato in un passivo cinismo-immobilismo volto a far marcire istanze più costruttive chiunque confessi una sorta di disillusione.

Ciao Ale. Dove hai visto emergere questo ,che sottolinei come un ingiusto criticare?

#256118 13.01.2014 13:46

Ho avuto la sensazione che fosse un pò fra le righe dei tuoi ultimi commenti.
Se mi sono sbagliato, tanto meglio.

#256120 13.01.2014 14:49

Ho l'impressione di non essermi spiegata bene   Non sto parlando di posti dove intere famiglie mancano di acqua...sto parlando della quotidianità moderna di tutti i giorni, dentro un ufficio, fuori di casa, tra i vicini, dentro i negozi. La normalità, con le sue piccole bassezze e i suoi discorsi...non diversi da quelli di 60, 100, 200,500..mille anzi duemila anni fa.

Riconosco anche (e come!!)  la disonesta e scorrettezza personale..il che non mi salva dal reiterare azioni disoneste e scorrette ma mi pone costantemente in discussione con me stessa.

Potremo andare avanti ore e giorni ed anni, ciascuno a portare i propri esempi.

Economicamente parlando, tanto per ritornare al punto di partenza, finchè vedro' mantenersi e proliferare una certa situazione ed un certo modo di pensare, riiterrò che un "mondo migliore" (tanto per identificarlo) è lontano...Non impossibile perchè, io per prima non lo ritengo utopia..ma lontano...

Ma poi..è solo quello che penso io, e quindi...diamogli il valore che tale pensiero ha..ovvero nessuno.

 

politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved