Login
pagina 4 di 5

"BE KIND - Con Tatto"

Gallerie, Aste, Mercato - Aperto da: Lorenzo - 14.01.2014 09:02
post visto 9314 volte
#256345 08.02.2014 06:06

Gli artisti italiani languono. l'interesse scema, la produzione è in coma, tuttavia non si sono mai visti tanti critici, curatori, curatorte.... come in questi ultimi anni. 

Sono loro i nuovi divi, che inondadoci di chiacchiere decidono chi va su o chi va giù, chi entra o esce dalle loro stanze, dalle quali hanno la faccia tosta di fare uscire mostri sacri universalmente osannati, per fare entrare il malcapitato di turno da spennare. manco a dirlo...  fortemente motivati dal prezzolato ingaggio.. of course!

Come preti sono diventati gli intermediari indiscutibili, non solo del rapporto tra gli utenti e le cosiddette opere d'arte, ma sempre più spesso tra gli artisti e le loro cose. Sono loro a deidere a volte persino i titoli che è meglio dare alle opere affinchè si adattino alle lor performances.

Ad essere"Kind", vedo costoro con lo stesso entusiasmo di un lampione che vede avvicinarsi nella sua direzione un cane con la vescica piena,  e mi fermo qui perchè se andassi oltre potrei diventare moooolto "rude", tanta è l'indignazione che provo di fronte a codesti patetici scenari.

So di essere impopolare nell'afffermare ciò, ma non faccio altro che raccogliere lacrime, da bravi artisti che si vedono maltrattare dal giovani o vecchi critici, galleristi ai quali si farebbero prima a regalre le proprie opere, a tal punto da farsi scappare la voglia e cominciare a risparmiare almeno su  tele  colori e quant'altro , e sicramente sulla parcella di molti furbastri avventurieri.

#256354 08.02.2014 14:37
Leggendo quest,ultimo accorato testo,lentamente ed inesorabilmente stillavo copiosamente liquido oculare,assorbendo frase per. Una frase, vocabolo per vocabolo. R iflettendo su bassezze e apoteosi che circoscrivono tutto quello che e' Italianita' che nell'accezione del termine popolarmentee diffuso ha declinazione negativa, ma io speravo che almeno l,arte e di conseguenza la cultura (con le quali quali autori non ci mangiano o difficilmente potranno fare) fo ssero esenti da speculazioni di ogni sorta, ma e' evidente che il lato oscuro dell'essere italiano ad ogni costo prevale.
#256357 08.02.2014 18:51
Yaaahhahhh.....20.000 e passa mila utenti ci siete qui per rispondere ?
#256358 09.02.2014 11:31

condivido Antonella  ma direi anche che un eccesso di fiducia da parte dell’artista  non è da sottovalutare. Si tratta di lavoro e quiindi bisognerebbe informarsi molto bene prima di accettare qualsiasi proposta per quanto invitante sia e tutelarsi. Io per esempio avevo pensato ‘vuoi che freghino proprio me?? e sono andata a cuor leggero fidandomi del modo di fare in apparenza corretto.Errore blù ac

Però onestamente,all’imbroglio spesso si contrappone pigrizia e scarsa capacità di giudizio dall’altra parte.
Non ricordo chi aveva postato questo tipo di contratto di prestito qui su Equi a titolo di esempio

http://www.ne-mo.org/fileadmin/Dateien/public/NEMO_Standard_Loan_Agreement/Loan_Agreement_it.pdf

#256361 09.02.2014 12:44

Grazie Pucci, ottimo contributo, che sarà utile a molti.

Gli artisti sono vulnerabili si sa... e spesso la loro vulnerabilità è aumentata dalla mancanza di solidarietà e scambio di informazione.

Questo tessuto fatto di reltà separate è spesso terreno di caccia da parte di codesti affamati avventurieri.

#256481 19.02.2014 17:48

di seguito metto un veloce resoconto di quello che è venuto fuori da Be Kind

i video       i commenti

Onestamente io ho visto molta disponibilità ed onestà da parte di tutti, non era un colloquio di lavoro, non è che uno doveva andare li aspettandosi chissà cosa, era un punto di contatto e direi che è stata una piacevolissima esperienza per tutti, addetti ai lavori, pubblico, esperti, artisti ed appassionati.

Mi è molto dispiaciuto vedere che praticamente nessuno degli "inossidabili" di Equilibri che negli anni hanno riempito assieme a me le pagine di questo forum di domande, richieste, pretese, aspettative ed alle volte anche attacchi nei confronti di un sistema arte che è sempre stato sordo e disinteressato, avessero oggi niente da dire...

Io le mie domande e le mie risposte le ho trovate, le ho trovate nell'estrema disponibilità delle persone, nel clima assolutamente disincantato, leggero e tranquillo che si respirava, nelle speranze riposte e nei consigli elargiti.

Onestamente credo sia stata una delle cose più belle ed innovative delle ultime edizioni di questo week end fieristico bolognese, il retrogusto più amaro è stato quello di non aver sentito nessuno di voi avere nulla neppure da commentare sui vari social, sui video, nei vari articoli apparsi qua e la...

Be Kind è stata un'esperienza assolutamente gratificante sotto quasi tutti i punti di vista e che spero di poter rifare presto, c'erano gli amici di sempre, c'erano tante facce nuove, mi son mancate quelle domande e perché no quelle polemiche che si leggono qui sul forum, e son molto colpito dal come sia semplice protestare ed indignarsi quando si sta dietro ad una tastiera e come sia invece difficile metterci la faccia...

Su Artribune alcuni utenti mi hanno addirittura chiesto un compenso per venire a porre le loro domande... direi che il malessere di questo periodo storico sia da ricercare in questi atteggiamenti.

Insomma mi sembra molto molto facile mettere i mi piace su facebook per protestare contro questo o quello e poi quando ci sono occasioni reali di dialogo e di incontro, occasioni forse più uniche che rare, queste nobili discussioni lasciano lo spazio ad un imbarazzante silenzio.

 

#256483 19.02.2014 18:09

Mi è molto dispiaciuto vedere che praticamente nessuno degli "inossidabili" di Equilibri che negli anni hanno riempito assieme a me le pagine di questo forum di domande, richieste, pretese, aspettative ed alle volte anche attacchi nei confronti di un sistema arte che è sempre stato sordo e disinteressato, avessero oggi niente da dire...

A me invece non stupisce proprio per niente. Il confronto con una realtà che si presenti ben diversa dalle nostre costruzioni mentali potrebbe danneggiare un castello di carta di opinioni basate sul 'sappiamo bene tutti', quando invece non si sa un bel niente.

Mi spiace non poter aver assistito a una delle serate, ero stato anche invitato, ma davvero non potevo per ragioni di lavoro.
Ma non voglio accampare delle scuse: io non avrei comunque avuto proprio nulla da chiedere a chicchessia.
Ad ogni modo complimenti sinceri per una bella, e soprattutto originale, iniziativa.
Bene, bravo, bis!

#256484 19.02.2014 18:30

Mi è molto dispiaciuto vedere che praticamente nessuno degli "inossidabili" di Equilibri che negli anni hanno riempito assieme a me le pagine di questo forum di domande, richieste, pretese, aspettative ed alle volte anche attacchi nei confronti di un sistema arte che è sempre stato sordo e disinteressato, avessero oggi niente da dire...

quelli che rispondevano alle domande, non erano il SISTEMA ARTE.

Non potevo lamentarmi con loro e attaccarli per cosa poi? mi stanno pure simpatici, sono stati disponibili e gentili.

Io non avevo niente da chiedere.

 

mi fa piacere che tu abbia trovato le tue risposte e che sia gratificato dell'esperienza... però non incalzare la gente a lamentarsi e non li redarguire se non sono venuti di persona, ....le maestrine hanno un po' stancato, non è così che convinci le persone a fare qualcosa.

Comunque iniziativa splendida! speriamo in audio migliori!!!ay

 

#256485 19.02.2014 18:32

Il confronto con una realtà che si presenti ben diversa dalle nostre costruzioni mentali potrebbe danneggiare un castello di carta di opinioni basate sul 'sappiamo bene tutti', quando invece non si sa un bel niente.

ai

forse un giro non ti avrebbe fatto male! ag

#256486 19.02.2014 18:35

può darsi anche che tu abbia ragione...chissà

politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved