Login
pagina 1 di 14

"Tempera a guazzo e a caseina"

Tecniche per l'arte - Aperto da: - 25.06.2016 18:10
post visto 10814 volte
Utente disattivato
#260653 25.06.2016 18:10
Nel blog del pittore James Gurney " Gurney journey" ho visto molti sui lavori sia guazzo che a caseina. Certo e' un professionista molto bravo . Mi ha incuriosito la tempera alla caseina, che dal quel che ho capito a differenza del guazzo si comporta come l' acrilico , cioe' una volta asciutta non si scioglie piu' il colore con l' acqua coma fa la tempera e la tempera a guazzo. Mi domandavo se qualcuno l' ha sperimentata... Mi son fatto l' idea ( leggendo i commenti) che a differenza dell' acrilico che risulta lucido una volta asciugato la caseina dovrebbe risultare opaca . Sarebbe interessante capire come farsela da se con i pigmenti ....pare che Mr Gurney ne sia veramente entusiasta .. e i risultati li mostra alla grande !
Utente disattivato
#260654 25.06.2016 18:26

La uso occasionalmente, perché di solito le preferisco la tradizionale tempera grassa all'uovo, perché più elastica.

Per ottenerla, uso un binder pronto prodotto da DiVolo e venduto da Zecchi, che funziona benissimo, con il quale faccio solo la quantità che mi serve per la giornata. In alternativa, se non ho voglia di maneggiare pigmenti, mi servo di un prodotto Talens, che si chiama "Casein Tempera Binder", il quale permette di ottenere dell'ottima tempera partendo da comuni colori ad olio in tubetto, una genialata...

Utente disattivato
#260655 25.06.2016 18:38
Interessante grazie Mimmo, faro' ricerca ...eventualmente che tu sappia in Italia non li produce nessuno i tubetti gia' pronti? In pratica per chi volesse provare , basta pigmento + acqua distillata e caseina? La caseina e' in forma solida e va ammollata prima per caso? E' poi in teoria possibile anche intubettare ?
Utente disattivato
#260656 25.06.2016 23:13
Ok ho visto il pdf della DiVolo hanno un fun di roba che mai ... Digitando su google ho visto su yahoo answer consigli su come mesticarsi tali colori. Gia' pronto il colore a caseina e' in vasetti di vetro e in forma liquida , per ora rinuncio all' idea di sperimentare auesto medium, Ho intenzione di approfondire prima la pittura a guazzo che sto provando in questi giorni e che trovo molto interessante. Contrariamente a quanto avevo inteso leggendo nei manuali , il guazzo si presta anche a sovrapposizioni.Perde un po di luminosita' e freschezza , ma qualche sovrapposizione si puo' ottenere. Non avendo mai provato questo tipo di medium, sono rimasto sorpreso dalla precisione che consente nell' addentrarsi in particolari simili all' aquerello, ma con la possibilita di adoperare il bianco come nella pittura ad olio. Ho fatto alcune prove su carta 300m/g e su tela trattata a vinavil e gesso .Per provare la bellezza dei colori ho fatto tre copie da un quadro della collana Leonardo #maimeri# di una natura morta di G. Bertelli a me molto familiare perche riprodotto anche a olio . Ho poi provato anche ad abbozzare un paesaggio ... Insomma la pittura a guazzo e' molto interessante per la sua rapidita' di essicazione e bellezza coloristica , ideale per studi e bozzetti e anche per concedersi una vacanza dai colori ad olio. Posto le foto di questi piccoli esperimenti le prime due sono quelle del fascicolo...l' ultima foto e' ancora la stessa natura morta , ma solo con colori ad acquerello sovrapposti con i limiti concessi dalla mia tecnica ..le zone bianche nell' aquerello le ho ottenute con il liquido da mascheratura.
Utente disattivato
#260657 25.06.2016 23:44
Concludo aggiungendo la prova di paesaggio e figura. Spero di esser stato utile per chi volesse provare questo medium
Utente disattivato
#260661 26.06.2016 13:30

Di Volo ha sempre prodotto cose che normalmente non si trovano in giro. Mi viene in mente l'olio nero, la mastice concentrata, l'ambra in olio di lino, il legante per tempera grassa, il legante per tempera alla caseina, il legante per tempera alla gomma di ciliegio (pregiatissima...), il vero olio ispessito al sole (lo producevano mettendo i recipienti sul tetto della fabbrica...) etc. Molte di queste realizzazioni non venivano messe in commercio col loro marchio, ma con i marchi richiesti dal committente (es. Zecchi di Firenze, Crespi di Milano e via discorrendo). Ciò significa che, in ogni caso, hanno le formulazioni e/o i procedimenti necessari alla produzione. Producono anche una serie limitatissima di tinte in legante alla caseina, in vasetto di vetro che io sappia.

Ebbi modo di parlare, un giorno, con uno della "famiglia", il quale mi disse "siamo volutamente piccoli", esponendomi tutta una serie di motivazioni. In ogni caso, gente che amava il proprio lavoro. Oggi credo che l'azienda/il marchio sia proprietà di Fidea.

Utente disattivato
#260662 26.06.2016 13:46

che tu sappia in Italia non li produce nessuno i tubetti gia' pronti?

Tubetti, no. Vasetti si, ma mi risulta che sia una produzione limitata ai colori primari o poco più.

In pratica per chi volesse provare , basta pigmento + acqua distillata e caseina?

No. Basta pigmento temperato con un legante di qualità, come quello di Di Volo, senza ridurre il pigmento a pastella tramite acqua. Molto molto semplice.

La caseina e' in forma solida e va ammollata prima per caso?

Il legante alla caseina è sottoforma di gel rigido, viene via a pezzetti raccogliendolo con una spatola o addirittura con un pennello di setola, e va usato così com'è. Mi sono ricordato che un legante alla caseina lo produce anche la solita Schmincke, item 50088.

E' poi in teoria possibile anche intubettare ?

Si, previo controllo dei tempi di deperimento (hai mai aperto un tubetto di tempera con legante organico andato a male? Non lo auguro al mio peggior nemico...). Considero l'uso di un buon antifermentativo fondamentale ed obbligatorio, anche se i prodotti in commercio lo contengono già, ma due gocce di preservante Sennelier non hanno mai fatto male a niente.

Utente disattivato
#260663 26.06.2016 15:05
Mimmo , sai veramente tante cose ...segno che hai lavorato tanto! Osservando i frame di Mr Gurney notavo che in alcuni lavori con la caseina egli ripassa tutto il foglio con colore scuro trasparente ( terra) non temendo di rimuovere il colore sottostante , proprio come fosse un acrilico, ma a differenza dell' acrilico credo che i suoi colori a caseina ( che sono prodotti da una ditta americana mi pare Richerson) oltre all' effetto opaco sicuramente sono ben carichi di pigmento. Per me poi e' passato tantissimo tempo da quando provai l' acrilico per cui non mi ricordo l' effetto... Provai i lqutex della lefranc , ma non imparai ad utilizzarli perche' passai subito all' olio . L' acrilico me lo ricordo di effetto antipatico e lucido, non mi impegnai a conoscerlo meglio.Prima o poi riprovo se trovo tubetti con effetto opaco .Dicevo , egli ripassa con proplasma trasparente senza perdere la traccia sotto, pero' a volte anche per resettare un lavoro A cui non tiene e cominciarne un altro sopra, proprio come si fa con il colore ad olio. E' possibile farlo anche a guazzo con molta precazione , ma e' effettivamente piu' arduo e non conviene.Questa era la peculiarita della caseina' che mi aveva ispirato. Pigmento ricco lavorabile all' acqua che permette sovrapposizioni facili , di effetto simile alla tempera , con lavorabilita' come l' olio.
Utente disattivato
#260664 26.06.2016 17:39

credo che i suoi colori a caseina ( che sono prodotti da una ditta americana mi pare Richerson) oltre all' effetto opaco sicuramente sono ben carichi di pigmento

Nulla in confronto a ciò che puoi fare tu nella comodità del tuo studio: prendi il legante, ci temperi dentro il pigmento fino a quando ce ne sta. Fine. Difficile tenere l'impasto più carico.

Provai i lqutex della lefranc , ma non imparai ad utilizzarli perche' passai subito all' olio

Sai, io dico sempre che ognuno ha la tecnica che merita, nel senso che siamo tutti diversi e troviamo un feeling immediato con una determinata tecnica piuttosto che con un'altra. Io, anche se non sembra, sono più un pittore di tempera che non di olio, anche se uso di più l'olio per ragioni mie, ma trattandolo quasi come fosse tempera. Gli acrilici francamente non li sopporto, anche se li uso all'occorrenza, e li ho usati per circa un anno in maniera esclusiva, non so se ho mai postato qualcosa. In quel periodo usavo Flashe e Polycolor, entrambi in vasetto, con alcune tinte Liquitex (all'epoca ce n'era un solo tipo).

L' acrilico me lo ricordo di effetto antipatico e lucido

La Flashe ed il Polycolor erano entrambi molto opachi, e li lavoravo sostanzialmente alla prima, molto velocemente. Posto un esempio.

Utente disattivato
#260665 26.06.2016 19:58
L' acrilico a me sembra possedere una dinamica fredda e di tono piatto nella maggior parte dei lavori che si vedono. Personalmente non amo la pittura iperrealistica e fotografica sia ad olio che acrilico. Su you tube invece mi e' capitato di vedere un video ( quelli della serie del tipo con la motocicletta che incontra artisti -mi pare si chiami -color your life -) una pittrice che dipinge ad acrlico molto bene ...li ,dipingeva una spiaggia con onde del mare.Poi ci sono altri che sanno usare l' acrilico in maniera vibrante e dinamica come l' olio , per cui l' acrilico secondo me e' un mezzo davvero difficile a usarlo bene, perche' non permette ripensamenti. Certo si puo' ripassarci sopra, ma la pennellata ripassata fara' perdere freschezza , a meno che non sia voluta. I policolor in vasetto dovrebbero corrispondere agli APA se non sbaglio .Domani guardo cosa si trova in giro , non so se li riprendero', comunque se lo faro' mi limitero' ai primari ...meno colori...meno confusione . Particolare, il tuo lavoro in acrilico Mimmo , se fossi un gallerista lo definerei con quella parola abusata -Introspettivo- Postassi qualche altro esempio quando ti va , e sempre interessante vedere opere ... e tecniche! Certo farebbero gran cosa se postassero qualcosa anche altri, ma comprendo bene che molti sono gelosi del proprio lavoro O forse semplicemente non se la sentono e magari temono di esser criticati .Va benissimo comunque, pero' oggi con i telefoni e' un attimo far foto, poi il bello di questo forum e' che le prende senza chiederti di alleggerile in kb. C' e' gia' un thread per l' acrilico aperto? Se no ..bisognera aprirlo!
politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved