Login

Carlo Natali

Pubblicato da
Carlo Natali
il 03 marzo 2007

rodolfo, non so se i poeti siano tutti brava gente

rodolfo, non so se i poeti siano tutti brava gente.
ne ho conosciuti di tutti i tipi.
i più sinistri sono quelli che pensano di vedere attraverso i muri ancor prima che i muri siano costruiti.
i più patetici sono quelli che si vantano di avere avuto una certa idea per primi quando si sa che le idee son sempre quelle, che girano.
i più imbecilli sono quelli che credono che solo la loro sia poesia, e gli altri siano merda.
ne ho conosciuti anche di sublimi, e sono rari: li distingui subito perché non si capisce mai dov'è il limite tra la loro vita e la loro opera.

ma alla fine non sono in tanti quelli che li ascoltano e quindi suggerirei a chi li caccia come animali pericolosi di lasciar perdere.
i poeti sono gente pericolosa, si.
per loro stessi.

(foto: tomtom 2006)

commenti

Per commentare ed interagire devi registrarti
Utente disattivato - 04/03/2007 - 14:42:25
quando recito una poesia si tratta della materializzazione corporea e integrale di poesia

Antonin Artaud
Utente disattivato - 04/03/2007 - 14:40:02
di solito il poeta completo è quello che prosegue con l'uomo poetico e come diceva Artaud :

<>

Però , considerando che di poeti ne conosco anch'io ,penso che a volte non bisogni soffermarsi su alcuni aspetti caratteriali o di vissuto loro che ,come affermi tu , dovrebbero essere inifluenti per noi, anche considerando che la vita è loro e non nostra, ma riuscire ad andare 'oltre' cercare di comprendere cosa c'è al di là 'dell'atteggiameto' e a volte si scoprono cose impreviste e universi intellettualmente onesti, ed è questo in fondo che conta.



Carlo Natali - 04/03/2007 - 12:11:23
ma è palese che un conto è l'uomo e un conto è l'opera.
forse è il caso che mi spieghi: ho usato frammenti dei MIEI ricordi per costruire versi liberi (il poeta come materiale poetico), e NON per fare dei versi di denuncia contro "l'infingarda doppiezza dei poeti".
della loro doppiezza non faccio commenti né mi interessa farli, perché è la doppiezza un po' di tutti, compresa la MIA.
tutti siamo più d'uno, non solo l'artista.

ho scritto che i poeti veri sono rari e sono quelli nei quali non si capisce dove finisce la persona e dove comincia l'opera.
beh, andreas, ti giuro che in tutti questi anni di persone così ne ho conosciuta una sola.
Utente disattivato - 04/03/2007 - 10:51:45
entro per caso in questo forum perchè stavo cercando di trovare il blog di augusto che è sparito. Concordo assolutamente con quello che ha scritto cubeta e che riporto di nuovo :-)
Buona domenica a tutti!
-----------------------------------------

si posso condividere per alcuni versi ciò che dici...ma io non parlavo delle estensioni caratteriali dei poeti ma delle poesie e delle emozioni trasmesse dal loro scrivere, infatti il titolo del blog "poeti brava gente" non è detto che sia per forza proposto in positivo...bisogna cmq estrapolare la persona da ciò che è caratterialmente e da ciò che fa artisticamente...perlomeno questo è il mio modo di vedere...se così non fosse allora dovrei disprezzare anche il Caravaggio...capisci a me! ;-)

Pretendere che
Tutti i commenti (21)
politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved