Login

Massimo Jose Monaco

Artista - iscritto il 19 giu 2011

Luogo: Villa Valcella - Loc. Campogialli 104 - Campogialli - (AR) IT

Email - monaco@monacoart.eu

Sito web - www.monacoart.eu

Bio

Nomade per vocazione, cultura e carattere, al momento ho casa a Firenze, lo studio nella campagna aretina e 4 mesi l'anno viaggio e vivo in altri paesi, in particolare, Londra, Parigi e Berlino praticando scambio d'idee, collaborazioni, cultura ed esperienze d'arte.

Mi chiamo Massimo Jose Monaco e sono nato a Milano.
La mia educazione artistica inizia nel 1967 alla Scuola d'Arte Drammatica del Piccolo Teatro di Milano per poi passare nel 1970 all’Accademia di Brera. Ma molto più importanti degli studi, per la mia educazione e crescita, sono le collaborazioni con Enrico Baj, Fausto Melotti  e Sylvano Bussotti per inediti esperimenti di teatro pittorico.
Cofondatore del Teatro Uomo di Milano, vi collaboro dal 1970 al 1977 per poi trasferirmi a Firenze e fondare il Teatro Porcospino.
Nel 1990 incontro Rudolf Schenda a Parigi e alla Sorbona seguo un suo corso su Immagine e Folklore da cui nascerà l'idea dei Moritaten.
Nel 1999 sono a Lausannne, all’Academy Art per il seminario di Adrian Frutiger (grafico e pittore). Da qui si svilupperanno le ricerche per la realizzazione del font pittografico Glyphs e i Glifi dipinti.

Alcune Esposizioni
2015 Con-Temporary5, Venezia
2015 Galerie Métanoïa, Paris
2013 Palazzo Thun-Torre Mirana, Trento
2013 Centre Culturel Narbonne (personale)
2013 Palazzo Ca’Zanardi, Venezia
2013 La Vieille Gare, Reims (personale)
2012 Kunstgalerie, Namur (personale)
2011 Paul Getty Art Institute, Siena
2009 Home Gallery & Art Gallery Markael, Brusselles (personale)
2008 Salon d’Art J.Marechal, Strasbourg (personale)
2006 Usines des Arts, Paris
2003 Galerie St.Martin, Roubaix (personale)
2002 Salon Marshall Contemporaine, Toulouse (personale)
2002 Atelier du Collective, Lyon.
2001 Galerie Vivianne Marsin, Nancy (personale)
2000 Galerie de Bellefeuille, Montreal
2000 Hume12 Art Gallery, Toronto.
1998 A Parigi, sono cofondatore del gruppo "Interventions Artistiques Éphémère" col quale da anni realizzo allestimenti lampo (durata massima 24 ore) in ambienti e fabbriche abbandonate .
1998 Performances ed esposizione progetti di REMM THE ROBOT al Genazzano Art Festival/ Les Gets/ Roubaix/ Lille/ Barcellona/ Torino/ Firenze.
1996 Salon Beth Ariela, Tel Aviv (personale)
1995 Ambassade des Artistes, Castelmoron (personale)
1994 Café des Art, Grenoble (personale)
1994 Galerie Vortix Contemporaine, Caen (personale)
1994 Galería Adelantado, Valencia.
1993 Palagio di Parte Guelfa, Firenze (personale)
1987 Salone Biblioteca, Fidenza. L'Arte per la Scena. Esposizione di materiali scultorei realizzati in collaborazione Baj e Melotti.
1985 - Creazione con altri artisti fiorentini del Manifesto Manipolare.
1984/81 In varie località e gallerie esposizione di materiali scenografici, grafici e pittorici realizzati in collaborazione con Enrico Baj.

Alcune collaborazioni artistiche come Co/Curatore
2004 - Transitiones, Toulouse - "VISIONS MULTIPLES".
2002 - Incognito Artspace,Lyon -"VIS A VIS".
2001 - FaxArt Collective Galerie, Amsterdam - "CARTOONS".
2000 - Glenn Henry Art Gallery, Montreal - "REGARD SUR LA VIE".
2000 - Rochdale College Art Gallery, Toronto - "SPRAY ART III".
2000 - Galerie JeanPierre Derber, Toronto - "LIFE IN FRAMES".
1999 - Atelier Espace Ludwigh, Lyon - "MECHANICART".


Vita Teatrale
1970-1977 Teatro Uomo di Milano; uno dei primi gruppi di teatro sperimentale; sono tra i fondatori e opero come attore e regista
1978-1989 Teatro Porcospino; gruppo di teatro arte, ne sono il fondatore insieme a Elena Patruno, compagna di vita e collaboratrice. Opero come drammaturgo, regista, scenografo, attore, costumista. Ho collaborazioni con Enrico Baj, Fausto Melotti, Sylvano Bussotti, Andrea Rauch, Emanuele Luzzati, Maud Strudthoff, Andrea Sartori, Guido Almansi.

Spettacoli di rilievo
1981-1982 Pinocchio cubista (collaborazione di Enrico Baj): Biennale Teatro Venezia, Galleria Bezuga di Firenze, Spazio Ugo Nespolo a Torino, Galleria del Teatro a Bolzano), Washington DC (Visual Arts-College Gallery), Tel Aviv (Beth Ariela), Caracas (Galerìa Rajatabla), Parigi (Galerie du Petit TEP), Amsterdam...
1983 Sinfonia per un Colore - 4 quadri di Pop Art - spettacolo e mostra itinerante alla Maison d'Arts di Losanna, alla Maison de la Culture di Valence, a Gent e Liegi con l'Associazione francofona.
1984 Belfagor (collaborazione di Fausto Melotti e Sylvano Bussotti), Eindhoven, Caen, Montpellier, Carcassonne, Toulose...
1986-1988 Amleto il Lunatico (collaborazione di Enrico Baj e Guido Almansi). Debutto nello Spazio Krizia a Milano. I materiali scenici fanno parte del fondo personale di Enrico Baj. (catalogo UBU Libri, scritti di Baj, Almansi, Raboni, Eruli, Monaco).
In margine allo spettacolo nasce la mostra L'Arte nella Scena.
1990 inizio a dare vita a performances di canto, teatro e musica meccanica. Stampo il foglio trimestrale Musica Meccanica e creo il primo sito italiano dedicato a questa arte.
1998 costruzione di REMM (Robot Elettro Meccano Musicale), su commissione di Art Méchanique di Nancy, Polymachine di Roubaix e Rua Mecanica di Barcellona che ne promuovono la tournée.

1999 smetto ogni attività scenica per dedicarmi esclusivamente alla pittura, scultura e fotografia.

Attività editoriale
1965-1967 Milano Flash (quindicinale d'informazioni, collaborazioni con articoli su gallerie d'arte e vernissage).
1980-1984 Theatrical Animation (trimestrale trilingue di teatro immagine), editore e redattore.
1981 Libro Catalogo Pinocchio d'Arte, con scritti di Baj, Rauch e Monaco. Edizioni Casa Usher (con acquaforte numerata di Baj)
1982-1983 Cataloghi vari con Regione Toscana, Comune di Ferrara e Unicopli.
1989-1991 Musica Meccanica, (trimestrale di musica sperimentale e performance).


commenti

Per commentare ed interagire devi registrarti
politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved